TEMI

La biodiversità venezuelana minacciata di estinzione

La biodiversità venezuelana minacciata di estinzione


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Di Jon Paul Rodríguez

Grazie alla sua posizione nel nord del Sud America, il Venezuela è un paese privilegiato. Nei suoi 916.280 chilometri quadrati - che si estendono dalle soleggiate coste del Mar dei Caraibi alle nevi perenni del Bolívar Peak a 5007 m di altezza - convergono il bacino amazzonico, la catena montuosa delle Ande e il Mar dei Caraibi; tre delle caratteristiche più importanti della geografia del subcontinente. Il risultato è un complesso mosaico di ecosistemi in cui le savane si alternano a foreste decidue e moriche; foreste montane con foreste nuvolose e brughiere; deserti con foreste secche, foreste cardonali e foreste di mangrovie.

Questa varietà di ecosistemi, a sua volta, funge da rifugio per la grande ricchezza di specie che ha conferito al Venezuela il titolo di uno dei 20 paesi più ricchi di biodiversità al mondo: 8% delle specie conosciute di piante superiori, 5% di anfibi , Il 4% dei rettili, il 13% degli uccelli e il 7% dei mammiferi, abitano meno dello 0,6% della superficie delle masse terrestri del pianeta.

Oggi questa grande biodiversità è minacciata dalle attività umane. Tra il 1978 e il 1985 sono stati disboscati 430.000 ettari di ambienti naturali del Paese e 230.000 ettari sono stati interessati dalla costruzione di dighe, mentre solo nel 1985 sono stati intervenuti 62.000 ettari per la costruzione di strade.

Cifre come quelle precedenti rivelano l'esistenza di un conflitto crescente tra l'uso delle risorse naturali e la loro persistenza a lungo termine. Non c'è dubbio che la sopravvivenza stessa degli esseri umani e del nostro sistema economico dipende dal mantenimento dell'integrità degli ecosistemi terrestri. Il valore dei servizi naturali della biosfera è stato stimato a 33 trilioni (1012) di dollari all'anno, quasi il doppio del prodotto territoriale lordo combinato di tutti i paesi del mondo.

La soluzione a questo conflitto dipende dall'utilizzo delle risorse naturali in modo razionale e organizzato, mettendo in pratica i principi dello sviluppo sostenibile. Il percorso verso questo ideale sarà possibile solo dopo aver tenuto conto di tutte le informazioni disponibili sulla situazione attuale delle risorse naturali del Paese e analizzato nel contesto delle future esigenze delle popolazioni umane.

Motivata da questo problema, Provita si dedica da quasi 15 anni alla conservazione della biodiversità venezuelana, sottolineando la protezione delle specie e degli ambienti minacciati di estinzione, combinando vari campi di conoscenza nella ricerca di soluzioni globali.

Nella Giornata Mondiale della Biodiversità invitiamo tutti gli abitanti del pianeta a unirsi a questa causa e contribuire così alla conservazione del nostro ambiente e delle risorse naturali, garantendo un mondo migliore per le generazioni future.

* Jon Paul Rodríguez, Ph.D.
Presidente di PROVITA



Video: Allarme Estinzione (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Yonris

    Cosa segue da questo?

  2. Voodoor

    hanno rapidamente realizzato)))))

  3. Biast

    Hai torto. Sono sicuro. Ti invito a discutere. Scrivi in ​​PM, comunicheremo.

  4. Rawiella

    Complimenti, che parole ti servono..., ottima idea

  5. Yozshumi

    Il tuo pensiero è semplicemente fantastico

  6. Kigazilkree

    No, non decolla!

  7. Delmer

    Considero che ti sbagli. Discutiamolo. Scrivimi in PM, comunicheremo.



Scrivi un messaggio